Geoportale della cultura alimentare


Sintesi di progetto

Contesto

Oggi i beni culturali etnoantropologici italiani sono considerati un patrimonio fondamentale non solo per la conoscenza e la storia dell’uomo, ma anche un capitale, in quanto vitale giacimento per lo sviluppo economico della Nazione.
Il Portale della Cultura Alimentare è il risultato di una ricerca condotta dall’Università degli Studi di Scienze Gastronomiche di Pollenzo (UniSG) per il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (MiBACT) al fine di sperimentare un percorso di catalogazione innovativa e di analisi critica dei dati di cultura popolare con particolare riferimento alla tematica del cibo.
Questo progetto, realizzato in ambito EXPO Milano 2015, si propone due obiettivi:

  • BENI CULTURALI LIBERI – ridare nuova vita a dati che non sempre, se analizzati da soli, possono esprimere la loro potenzialità contenutistica e relazionale;
  • BENI CULTURALI RACCONTATI – innovare sperimentando sul campo un modello di narrazione del patrimonio sempre più richiesto dal mondo politico ed economico e, più in generale, dal mondo culturale.

Deliverable

  1. Visualizzazione georefenziata delle schede e dei risultati della ricerca
  2. Visualizzazione della complessità delle relazioni attraverso mappe concettuali
  3. Sperimentazione di un software (IBM Alchemy) di analisi semantica dei testi descrittivi nelle schede del database “Granai della memoria”
  4. Cura e ricerca immagini per il progetto editoriale
  5. Comunicazione ed organizzazione incontro per presentazione risultati

Stakeholder

Commitenti

MiBACT – Segretariato generale.

UNISG – Università di Scienze Gastronomiche

 

Geoportale